TARAXACUM DENS LEONIS

radici (fiori, foglie)

Proprietà Principali
In quanto amara la radice stimola la secrezione degli organi deputati alla digestione, risultando pertanto utile nell’ipoacidità gastrica e nell’anoressia; è inoltre coleretica e colagoga prevenendo e trattando le patologie litiasiche biliari, le colecistopatie e l’insufficienza epatica.
Le foglie e la radice sono diuretiche e sodiuretiche, si usano pertanto in estratto fluido nelle terapie dimagranti.
E’ anche un tonico generale che si usa in primavera nelle terapie riattivanti generali. Anche i pazienti reumatici se ne possono giovare in primavera facendo uso per qualche settimana dell’ estratto fluido alla dose di 20-30 gocce tre volte al giorno.
Se ne raccomanda l’uso in insalata ogni anno durante la stagione e la raccolta delle giovani gemme che possono essere conservate sotto aceto e che sono simili ai capperi.
Indicazioni
Per uso interno è utile nelle angiocoliti croniche, nella congestione epatica, nell’insufficienza epatica ed ittero, nella litiasi biliare e renale, nell’ipercolesterolemia, nelle dermatosi degli epatici, nell’acne, foruncolosi, reumatismi e gotta, nell’oliguria, nell’insufficienza renale, stipsi, emorroidi, obesità, cellulite e scorbuto.
Per uso esterno il succo bianco come latte può essere usato come collirio oculare e contro le verruche.
Posologia
20/30 gocce x 2/3 volte al dì, dopo i pasti, diluite in acqua.
Attività Sinergiche
  • Depurativo urinario
  • Ribes N.
  • Cynara S.
  • Spiraea U.
  • Colica nefritica
  • Chelidonium M.
  • Crataegus O.
  • Arctium L.
  • Calluna V.
  • Chrysanthellum A.
  • Diuretico
  • Cynara S.
  • Calluna V.
  • Erigeron C.
  • Orthosiphon S.
  • Cellulite
  • Spiraea U.
  • Betula A.
  • Orthosiphon S.
  • Scorbuto
  • Rosa C.
  • Reumatismi
  • Erigeron C.
  • Betula A.