ARTEMISIA VULGARIS

foglie

Proprietà Principali
Essendo una pianta tipicamente femminile viene usata per trattare i problemi ginecologici e mestruali. E’ antispasmodica, emmenagoga, febbrifuga, vermifuga. Come stimolante dell’appetito viene usata per curare l’inappetenza. Viene anche usata, al pari dell’Assenzio, come amaro nella preparazione dei liquori.
Indicazioni
Uso interno
Amenorrea (da anemia, linfatismo, clorosi), oligomenorrea (azione estrogenica e luteotropa), insufficienza del corpo luteo, menopausa precoce, amenorrea da ipoestrogenismo, azione stimolante biliare, alcune turbe nervose (isteria), vomito nervoso, anoressia, ipotensione, epilessia, parassitosi intestinale (ascaridi, ossiuri), astenia da insufficienza digestiva. I preparati a base di Artemisia sono controindicati in gravidanza e allattamento.

Uso esterno
In ginecologia si usa per irrigazioni vaginali e nei crampi all’ utero.
Veicolata in olio vegetale di Calofilla Inofilla o in cera, ha proprietà specifiche contro le contusioni.
Effetti collaterali
E’ controindicata nelle gestanti, per la forte azione congestionante uterina.
Posologia
Per uso interno: 15/20 gocce 2/3 volte al dì, ai pasti, diluite in acqua.
Per uso esterno: alcune gocce in applicazione locale o veicolato in olio vegetale.
Attività Sinergiche
  • Inappetenza
  • Berberis V.
  • Humulus L.
  • Gentiana L.
  • Insufficienza epatica
  • Gentiana L.
  • Silybum M.
  • Chrysanthellum A.
  • Dismenorrea-Amenorrea
  • Salvia O.
  • Thymus V.
  • Lithospermum O.
  • Urtica U.
  • Parassitosi intestinale
  • Equisetum A.
  • Spiraea U.
  • Salvia O.
  • Thymus V.